INFORMATIVE
VOUCHER BABY SITTER ( e Servizi per l’infanzia)
25-02-2016

Stiamo parlando del prolungamento anche per il 2016 (Legge di Stabilità 28 dicembre 2015 n. 208) del “bonus” introdotto, in via sperimentale, dalla riforma del Lavoro Fornero ( art. 4, comma 24, lettera b, legge 92/2012).

Il problema sono le risorse: per il 2016 sono stati stanziati 20 milioni di euro, fino ad esaurimento risorse.

I contributi possono essere richiesti in alternativa al Congedo Parentale.

L’importo è pari ad un massimo di 600 euro per 6 mesi e saranno riconosciuti in base all’ordine di presentazione delle domande.

Per inviare le domande c’è tempo fino al 31 dicembre 2016

Chi può presentare la domanda?

- Lavoratrici dipendenti del settore privato o pubblico
- Parasubordinate
- Libere professioniste iscritte alla gestione separata INPS
- (in attesa di decreto attuativo per le lavoratrici autonome)

Chi non può richiederlo?

- Lavoratrici domestiche a domicilio
- Alcune particolarità di lavoratrici (leggere attentamente le particolarità nell’ambito della Legge di Stabilità)
- Disoccupate

Come presentare la domanda.

- Solo ed esclusivamente in via telematica
- Tramite PIN dispositivo
- Partendo dall’home page INPS

Con questa procedura:

- Servizi per il cittadino
- Autenticazione con PIN
- Invio domanda prestazioni a sostegno del reddito
- Voucher baby sitter o contributo per l’acquisto dei servizi per l’infanzia

- Adempimenti:

bisogna ovviamente comunicare tutti i dati anagrafici, luogo della prestazione, n° di mesi di rinuncia al Congedo Parentale, etc. etc. Basta adeguarsi al percorso guidato.

Fondamentale presentare la dichiarazione ISEE.

SI PUO’ ANCHE AGIRE TRAMITE PATRONATO ABILITATO

Io Anqui
Area riservata
agli iscritti

Accedi
© 2018 - ANQUI - P.IVA 06420480011 - Note Legali - Cookie policy - youhost www.youhost.it