NEWS
Nasce la FSA
12-12-2013

«Da oggi in Italia esiste un nuovo soggetto sindacale». L’importante annuncio è stato dato il 29 novembre scorso dai Segretari Generali, Francesco Scandale per l’ANQUI, Roberto Di Maulo per la FISMIC, Giuliano Viani per il FALI, Gabriele Bazzaro per la FAILMS e Mario Vigna, Presidente della CUQ. Il nuovo soggetto, denominato FSA, Federazione Sindacale Autonoma, riunisce quattro organizzazioni che hanno un radicamento forte nel paese e sono tra i sindacati autonomi più longevi nel settore privato italiano. «Oggi diamo l’avvio a una fase costituente con l’obiettivo di fare un percorso comune per arrivare a diventare un unico soggetto sindacale» hanno spiegato gli esponenti dei sindacati alla platea dei giornalisti riuniti per la conferenza stampa.

I numeri
Come hanno spiegato i Segretari la nuova organizzazione sarà una forza autonoma, dinamica e moderna. Una forza che già oggi vanta numeri eloquenti: la FSA è presente in tutte le regioni italiane, tranne la Valle d’Aosta, opera in 51 province, conta oltre 45.852 iscritti attivi e 39.221 pensionati, ha 927 Rsu/Rsa, 322 Rls ed è presente in 693 aziende sul territorio nazionale. «Siamo prevalentemente operativi nel settore metalmeccanico, ma non solo. Siamo presenti in tutte le grandi fabbriche del paese: da Fiat a SKF, da Fincantieri a Finmeccanica».

Rappresentanza e rappresentatività
Nella fase iniziale la struttura della Federazione Sindacale Autonoma sarà la somma delle singole organizzazioni sindacali con l’obiettivo di arrivare nell’arco di un anno e mezzo a un congresso costituente. «Ogni soggetto sindacale manterrà la propria struttura, la propria identità e la propria organizzazione» hanno ribadito i Segretari. Ogni associazione dovrà, infatti, portare avanti al proprio interno un confronto per far comprendere il significato profondo di questa svolta. «Non stiamo abbandonando la nostra storia, ma la stiamo migliorando - ci hanno tenuto a precisare gli esponenti dei quattro sindacati - Situazione per situazione valuteremo se agire uniti o come singoli soggetti, senza farci “concorrenza interna”. Se saremo premiati per gli sforzi che stiamo facendo insieme il percorso sarà accelerato. Se, invece, quello che facciamo non viene apprezzato rallenteremo e faremo tutte le variazioni necessarie. Avere una massa critica più grande ci sarà anche d’aiuto per superare quella soglia del 5% necessaria a essere rappresentativi secondo le regole dell’accordo sulla rappresentanza stipulato tra Confindustria, CGIL, CISL e UIL. Inoltre la confederazione ci darà l’opportunità di aumentare la sinergia e i servizi che offriamo e di ridurre le spese».

Un agire comune
«Saremo impegnati a portare avanti alcuni punti chiave in cui tutti crediamo - hanno continuato i Segretari - La nostra strategia contrattuale non sarà legata a schemi ideologici ma ai reali bisogni dei lavoratori e dei pensionati. Vorremmo anche mettere in campo delle politiche per conciliare maggiormente il lavoro delle donne con gli impegni familiari. Infine, punteremo sul welfare aziendale perché pensiamo che sia questa la strada per trovare delle risposte che difficilmente si potrebbero ottenere aumentando il salario di base».

Il logo
Al termine della conferenza stampa Mario Vigna, Presidente della CUQ e Tesoriere della nascente FSA, ha presentato il logo della confederazione. Un logo che esprime questa nuova identità e anticipa la storia di un’organizzazione che vede come un’unica strada possibile verso il futuro un legame sempre più stretto tra Italia ed Europa.

Il profilo delle altre organizzazioni sindacali

FAILMS è la federazione autonoma italiana lavoratori metalmeccanici e servizi nata alla fine degli anni ‘60.

FISMIC è un'organizzazione sindacale autonoma che rappresenta i lavoratori dipendenti dell'industria e dei servizi, i pensionati, i disoccupati e i precari. È stata fondata negli anni ’50.

FALI è un’organizzazione sindacale attiva dalla fine degli anni ‘50 e operativa soprattutto nel settore metalmeccanico


Leggi il comunicato stampa

Leggi l’intervista al Presidente e Segretario dell’ANQUI

ALTRE NEWS
Proseguono le trattative per il rinnovo del CCSL Fiat
11-12-2013
Si è svolto il 4 dicembre presso la sede torinese dell'Unione Industriale un nuovo incontro per il rinnovo del contratto in scadenza a fine anno.
Un contatto più diretto e immediato
11-12-2013
L'Associazione per migliorare la comunicazione con i propri soci ha messo a disposizione quattro nuovi indirizzi email.
Incontro per rinnovo CCSL FIAT
26-11-2013
Il 25 novembre si è tenuto presso la sede torinese dell'Unione Industriale, il tavolo di negoziazione per il rinnovo del contratto in scadenza a fine anno.
Leggi il comunicato stampa di AQCF per conoscere gli sviluppi della trattativa.

Io Anqui
Area riservata
agli iscritti

Accedi
© 2018 - ANQUI - P.IVA 06420480011 - Note Legali - Cookie policy - youhost www.youhost.it